Lavori Calatabiano

Proseguono incessanti i lavori sul cantiere di Calatabiano che, 24 ore fa, è stato oggetto dei roghi che hanno distrutto i tubi flessibili posti per ripristinare l’approvvigionamento idrico compromesso dalla frana della scorso Ottobre.
Nella  tardo pomeriggio di oggi, le maestranze impegnate nella posa delle nuove condotte, sotto la costante direzione dei tecnici e dei vertici di AMAM,  il presidente dott. Leonardo Termini e il Direttore Generale f.f. ing. Francesco Cardile,  alla presenza dell’assessore ai LA. PP. Ing. Sergio De Cola, potrebbero completare le operazioni necessarie ad attivare almeno due dei quattro tubi provvisori, consentendo così di incrementare l’approvvigionamento idrico verso la città di Messina di  circa 400 l/s.
Prime zone a poter beneficiare del nuovo apporto, dovrebbero essere anche la zona Nord e le zone alte della città,  che oggi non sono state raggiunte dall’erogazione che, per alcune ore, AMAM ha garantito, distribuendo soprattutto nel centro urbano.
Vista la situazione di delicata allerta, i cui tempi di rientro non possono prevedersi con esattezza, AMAM è in costante raccordo interistituzionale con le autorità che governano l’emergenza e soprattutto con il COC, la struttura di coordinamento delle operazioni di supporto alla popolazione, verso cui vengono convogliate tutte le segnalazioni.

Incendio Calatabiano

Due focolai di probabile origine dolosa sarebbero la causa dell’incendio che, dalle prime ore di questa mattina, ha interessato il cantiere dell’Amam posto a Calatabiano e che ha compromesso i tubi flessibili che consentono all’acqua di affluire in Città dall’Acquedotto del Fiumefreddo.
Subito allertati, i vertici e i tecnici di Amam SpA sono intervenuti sui luoghi,  per valutare con le forze dell’ordine e le autorità competenti,   dinamiche e danni subiti e altresì individuare le soluzioni che consentiranno un approvvigionamento alternativo della popolazione Messinese, che tuttavia  potrebbe subire inevitabili disagi.
A questo proposito, in raccordo con l’Azienda, il Comune di Messina ha già attivato il COC,  la struttura comunale di Protezione civile,  per il coordinamento delle operazioni di supporto alla popolazione,  alla quale è possibile rivolgersi  ai recapiti: tel. 090.22866 e fax 090.693426

Ridotta erogazione idrica zona centro

A seguito urgenti lavori di riparazione da effettuarsi in data odierna in Via Nicola Fabrizi, si è reso necessario sospendere, dalle ore 12.00 di oggi 28.06.2016, l’erogazione idrica nelle zone comprese tra Viale Europa e Viale Boccetta. La distribuzione riprenderà con i consueti orari a partire dalle ore 05.00 del 29.06.2016.

Inquinamento Camaro, al via i lavori di sostituzione della condotta

Si continua a lavorare nella zona di Camaro che, in questi giorni, è oggetto dei sondaggi dei tecnici di AMAM SpA per individuare il punto in cui la condotta idrica cittadina danneggiata ha subito il sospetto inquinamento.
Il dato emerso dall’attività di ispezione sin qui eseguita è il grave stato di vetustà e ammaloramento della rete in più punti, con il rischio altissimo che, pur agendo con la riparazione in uno di essi, il problema possa riproporsi a breve in un altro.
Proprio per l’importanza della questione, in ordine ai profili di igiene, salute e incolumità pubblica, il Presidente di AMAM SpA, dott. Leonardo Termini, di concerto con la Direzione Generale dell’Azienda, ha deciso di non procedere con singoli interventi di riparazione nei diversi punti ‘fragili’ finora riscontrati, bensì di ricorrere, con somma urgenza, ad un intervento radicale e risolutivo della problematica, provvedendo alla sostituzione dell’intera porzione di rete, i cui lavori inizieranno con immediatezza.
Nel frattempo, consapevole dei disagi per la popolazione, l’Azienda Meridionale Acque Messina continua a far divieto di utilizzare per fini domestici e potabili l’acqua immessa in rete, nell’area compresa tra le vie: Calatella, Poeta, Fiumara, Madonna delle Grazie, Chiesa vecchia, Sacrestia, Palma, Madonna della Lettera, San Giuseppe; ed assicura il presidio in loco dell’autobotte per l’approvviggionamento idrico, sino a quando il servizio idrico non tornerà alla normalità.
GB

IL PRESIDENTE (dott. Leonardo Termini)
IL DIRETTORE GENERALE f.f. (ing. Francesco Cardile)

Sospetto inquinamento

Proseguono ininterrottamente i complessi sondaggi per l’identificazione e la risoluzione della problematica che ieri ha evidenziato un sospetto inquinamento nella rete idrica cittadina, nella zona di Camaro.
In attesa dei referti chimico-batteriologici, AMAM SpA continua a far divieto di utilizzare per fini domestici e potabili l’acqua immessa in rete, nell’area compresa tra le vie: Calatella, Poeta, Fiumara, Madonna delle Grazie, Chiesa vecchia, Sacrestia, Palma, Madonna della Lettera, San Giuseppe.
Al contempo, l’Azienda ha attivato in loco un’autobotte per l’approvvigionamento idrico, sino a completo ripristino del servizio, di cui si darà pronta informazione.
GB

IL PRESIDENTE (dott. Leonardo Termini)
IL DIRETTORE GENERALE f.f. (ing. Francesco Cardile)

Sospetto inquinamento

A causa di un sospetto inquinamento nella rete idrica cittadina, nella zona di Camaro e specificamente nell’area compresa tra le vie: Calatella, Poeta, Fiumara, Madonna delle Grazie, Chiesa vecchia, Sacrestia, Palma, Madonna della Lettera, San Giuseppe, in attesa degli esiti delle analisi chimico batteriologiche, non avendo garanzia sulla qualità delle acque, si invita la popolazione a non utilizzare l’acqua erogata per fini domestici e potabili.
Sono comunque in corso i lavori di identificazione e di risoluzione della problematica di cui si darà prontamente informazione alla cittadinanza.
GB

IL PRESIDENTE (dott. Leonardo Termini)
IL DIRETTORE GENERALE f.f. (ing. Francesco Cardile)