RIPRISTINATA LA CONDOTTA DI FIUMEFREDDO. DA DOMANI EROGAZIONE REGOLARE – Riparata intorno alle ore 13, la distribuzione è tornata in città a partire dal primo pomeriggio di oggi

Si è lavorato senza sosta per garantire il ripristino della condotta adduttrice nei tempi più brevi e con i minori disagi possibili per l’utenza e, infatti, intorno alle ore 13, i tecnici hanno completato la riparazione della grossa tubazione dell’acquedotto di Fiumefreddo. 

Alle ore 15, poi, l’acqua è giunta in città nei serbatoi principali, che hanno iniziato ad approvvigionare la rete idrica cittadina. Da domani, martedì 12 marzo, tornerà alla regolare distribuzione idrica, per ciascuna zona, negli orari consueti.

RIPARAZIONE ALLA CONDOTTA DI FIUMEFREDDO. DOMANI IL SECONDO STEP: EROGAZIONE SOSPESA DALLE ORE 12 – La distribuzione avverrà in forma ridotta in tutta la città per consentire i lavori che, si prevede, verranno completati in serata

Come da programma, proseguiranno domani, a partire dalle ore 12, i lavori di riparazione urgente alla condotta adduttrice dell’Acquedotto Fiumefreddo.

Per questo, sarà necessario sospendere nuovamente la distribuzione idrica cittadina in tutte le zone servite, in modo da consenire l’intervento dei tecnici ma anche di mantenere idonei livelli di approvvigionamento dei serbatoi cittadini, per consentire l’immediata ripresa dell’erogazione, appena saranno completate le operazioni di ripristino della tubazione principale e da Torrerossa potrà riprendere l’afflusso di acqua nei serbatoi cittadini, garantendo il rientro spedito alla normalità.

Salvo complicazioni, i lavori dovrebbero concludersi entro la serata di domani. Ogni ulteriore aggiornamento, comunque, sarà tempestivamente comunicato.

“Ringraziamo tutti gli utenti, per la comprensione e la pazienza che dimostrano in questi casi – afferma il presidente di AMAM, Salvo Puccio – e siamo convinti che i cittadini, al di là del disagio di ricevere una ridotta erogazione dell’acqua, avvertano anche l’attenzione di AMAM nell’intervenire tempestivamente e in modo programmato e risolutivo, per evitare disagi maggiori. Questo per noi significa collaborare, nella gestione sempre più efficiente del servizio, per una qualità sempre maggiore a beneficio di tutti”

GLI STUDENTI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO “D’ARRIGO” DI VENETICO E IL CAI DI MESSINA IN VISITA NELLA SEDE DI AMAM: CRONACA AZZURRA DI UN MODO DIVERSO DI CONOSCERE IL SERVIZIO IDRICO – Dalle falde alle pendici dell’Etna, sino al rubinetto di casa e poi ai depuratori cittadini, i ragazzi della III C e della III D della scuola media di Valdina hanno seguito l’intero ciclo dell’acqua, sugli schermi della Sala di Telemetria e visitato i locali in cui sono custoditi i primi pannelli per il telecontrollo della funzionalità della rete

AMAM ha aperto questa mattina il suo ‘cuore’ ai giovanissimi studenti delle due classi terze, sezioni C e D, del plesso di Valdina, che fa parte dell’Istituto Comprensivo di Venetico “Stefano D’Arrigo”, per un giorno, ospiti della Telemetria, ovvero la sala di Telecontrollo dell’Azienda in cui l’intero ciclo dell’acqua è monitorato in tutte le sue fasi salienti. 

L’iniziativa, fa parte di un progetto di educazione ambientale promosso insieme dal CAI (Club Alpino Italiano) sezione di Messina e dalle scuole aderenti e condiviso pienamente da AMAM, nel comune interesse di aiutare i ragazzi a comprendere l’importanza dell’acqua e dei suoi usi, partendo dalla piena conoscenza di aspetti che non sempre sono noti o che talvolta vengono sottovalutati.

Accompagnati dalla Dirigente scolastica, Prof.ssa Laura Cappuccio, dai docenti Prof.ri Franca Bucca e Domenico Pettineo e, per il CAI, dalle referenti Giusi Allegrino, Caterina Pipari ed Elvira Ribaudo, i ragazzi hanno seguito sui pannelli telematici tutto il ‘viaggio’ dell’acqua: appreso da dove parte, come si visualizzano le quantità che si riversano in rete, come e dove viene immagazzinata, trattata per renderla adatta al consumo umano e poi immessa in rete, l’importanza della manutenzione delle condotte idriche e di quelle fognarie, le diverse fasi della depurazione e la restituzione all’ambiente in modo non dannoso, sostenibile di ciò che resta. 

Interagendo con i tecnici di AMAM che hanno illustrato ogni aspetto di maggiore interesse, hanno anche compreso l’importanza fondamentale di abbattere tutti gli sprechi di acqua che si realizzano, spesso inconsapevolmente, ogni giorno, ripercorrendoli tutti.Infine, tutti gli ospiti di AMAM hanno fatto un viaggio temporale a ritroso di 30 anni, visionando i primi avanguardistici pannelli di telecontrollo non ancora telematico, che campeggiano ora sulle pareti della Sala Conferenze, a dimostrazione del passato di un’Azienda che si evolve nel segno della qualità del servizio da rendere alla sua comunità e dell’importanza della piena cooperazione per migliorare l’ambiente e la vivibilità di tutti.

RIPARAZIONE FIUMEFREDDO. COMPLETATO IL PRIMO STEP DELL’INTERVENTO. DA DOMANI DISTRIBUZIONE IDRICA REGOLARE – Per evitare sospensioni prolungate dell’erogazione, i lavori sono stati cadenzati e proseguiranno anche nella prossima settimana, a partire da lunedì 11 marzo

Completato il primo step di lavori di riparazione della condotta adduttrice, nella zona di Fiumefreddo, che ha comportato oggi la riduzione dei tempi di erogazione dell’acqua in città.

Proprio per garantire l’erogazione giornaliera, seppur ridotta, evitando sospensioni prolungate del servizio per consentire ai tecnici di operare sulla grossa tubazione che alimenta Messina, gli interventi sono stati cadenzati e proseguiranno per step anche nella prossima settimana, a partire dalla giornata di lunedì 11 marzo.

Domani, dunque, l’erogazione riprenderà regolarmente, per zone e fasce orarie consuete.

Ogni aggiornamento sui prossimi interventi sarà comunicato tempestivamente. 

Grazie per la collaborazione. 

RIPARAZIONE URGENTE ALLA CONDOTTA DI FIUMEFREDDO. DOMANI EROGAZIONE RIDOTTA PER CONSENTIRE I LAVORI – La distribuzione verrà sospesa alle ore 12 in tutte le zone, ad eccezione di quelle servite soltanto in orario pomeridiano. Il completamento dei lavori dovrebbe avvenire entro la serata


A causa di un guasto alla condotta adduttrice, verificatosi nella zona di Fiumefreddo, a partire dalle ore 12 di domani, sarà necessario sospendere la distribuzione idrica cittadina in tutte le zone servite. 

Unica eccezione riguarderà le porzioni di città in cui normalmente l’erogazione avviene dopo le ore 12. Ciò permetterà di mantenere gli adeguati livelli di approvvigionamento dei serbatoi cittadini, per consentire un rapido ritorno alla normale distribuzione, non appena si saranno completate le operazioni di ripristino della condotta adduttrice e, dunque, dalla centrale di Torrerossa potrà riprendere l’afflusso di acqua verso la città di Messina.

I lavori dovrebbero effettuarsi a partire dalla tarda mattinata di domani per concludersi entro la serata. 

Ci scusiamo per l’inconveniente e forniremo tempestivamente ogni ulteriore aggiornamento.

SIGLATI I CONTRATTI PER L’ASSUNZIONE DEI PRIMI 12 LAVORATORI CHE HANNO RISPOSTO AL BANDO PUBBLICATO IL 31 DICEMBRE. AVVIATI ANCHE I TRE TIROCINI IN COLLABORAZIONE CON L’UNIVERSITA’ DI MESSINA

Cominciano a concretizzarsi le azioni conseguenti alla concertazione del “SalvaMessina”, voluto dal Sindaco Cateno De Luca, che ha permesso l’emanazione dei bandi per il reclutamento del personale in AMAM SPA.

Firmati nei giorni scorsi i primi 12 contratti a tempo indeterminato con i lavoratori che sono risultati idonei a seguito delle selezioni per il reclutamento delle figure tecniche e amministrative dell’Avviso 1

Dal 1° marzo, dunque, tornano in AMAM gli ex dipendenti a tempo determinato in possesso dei requisiti per la riserva di legge, che copriranno 12 delle 18 figure richieste nel bando pubblicato lo scorso 31 dicembre. I restanti 6 profili verranno reclutati a seguito di convenzione con la Direzione provinciale del lavoro, per completare la procedura di primo approvvigionamento delle risorse umane immaginato dai vertici di AMAM, per rispondere alla fondamentale esigenza di dare ossigeno alla normale copertura del servizio idrico integrato, partendo dalla manutenzione di impianti e reti ma anche servizi di front office e segreteria, oggi, fortemente condizionati dall’esiguità di unità in pianta organica.

Le azioni di AMAM, peraltro, in questi giorni stanno registrando anche l’avvio dei 3 tirocinii retribuiti, progettati con l’Università di Messina, per i quali pure si sono concluse le operazioni di selezione e presto vedranno l’immissione al fianco dell’area tecnica di tre unità in possesso di competenze utili e innovative, che potranno dare nuova linfa alla capacità progettuale dell’Azienda e alle quali garantire al contempo una palestra di altissimo rilievo, per la natura, la qualità e la dimensione del servizio che AMAM rende ogni giorno.

Nelle prossime settimane, inoltre, si conosceranno gli esiti della procedura di selezione per l’attivazione delle collaborazioni coordinate e continuative (co.co.co.) richieste con gli avvisi di fine dicembre, in risposta ai quali, AMAM ha ricevuto centinaia di candidature e che potrebbero iniziare l’attività prima di Pasqua.

Infine si procederà all’assunzione delle ulteriori 10 unità a tempo indeterminato, per il cui bando sono pervenute migliaia di istanze. 

LAVORI URGENTI DI MANUTENZIONE ALL’IMPIANTO DI TORREROSSA. VARIAZIONI DI ORARI NELLA DISTRIBUZIONE IDRICA – – – Per consentire ai tecnici di operare, oggi gli orari di erogazione subiranno variazioni. Da domani, si tornerà gradualmente alla normalità

A causa di interventi urgenti di manutenzione all’impianto di Torrerossa, che richiedono temporanee riduzioni nell’afflusso idrico verso la città di Messina, la distribuzione idrica di oggi subirà delle riduzioni di orari e di durata nell’erogazione per zone.

L’intervento all’impianto dovrebbe concludersi in serata e dunque da domani si prevede il graduale rientro alla normalità.

Ci scusiamo per i disagi causati

Ogni ulteriore aggiornamento sarà tempestivamente comunicato

“L’ACQUA CERCA L’AMAM”. Un progetto di ricerca e censimento, senza scadenza, a beneficio di tutti. Manifestazione d’interesse aperta a tutti coloro che vogliano segnalare l’esistenza di pozzi, sorgenti e/o falda di acqua da sfruttare come risorsa idropotabile

Prende il via il prossimo 1 febbraio ma non ha scadenza ed è rivolto a tutti i portatori d’interesse del territorio della Città di Messina, il progetto per dare attuazione piena ad uno degli obbiettivi prioritari del Piano Triennale 2019-21, che vede nel potenziamento delle fonti di approvvigionamento il primo passo verso il sogno trentennale di dare acqua 24 ore al giorno a tutti gli utenti.

In palio, nessun premio individuale in denaro ma il beneficio collettivo di poter contare su un maggiore apporto di risorsa idrica, ogni giorno, tutti i giorni, oltre ad una menzione speciale da parte della Città di Messina, ed il baratto amministrativo cosi come da Statuto AMAM e regolamento comunale da attivare in relazione alla quantità di risorsa idrica individuata (minimo 5 l/s), e la relativa possibilità di sfruttamento idropotabile; sono comunque messi a disposizione, inoltre, dei “bonus acqua” sulla bolletta del servizio idrico sino ad un massimo di € 5.000,00 annuo da suddividere tra quanti effettuano la segnalazione, ed in quota proporzionale alle potenzialità idriche segnalate, per un massimo di € 200,00 per ogni segnalazione.

L’idea: potenziare la capacità di captazione del sistema idrico del territorio attraverso l’utilizzo organico e sinergico di un maggior numero di punti di prelievo, attivando un canale di ricognizione costante su web.

Parte così a inizio dell’anno 2019, il primo dei progetti ‘fatti in casa’ che l’Azienda Meridionale Acque Messina mette in pista, facendo appello, in una logica di patto solidale, oltre che alla comunità scientifica siciliana anche alla società civile, alla comunità che serve, garantendo il servizio idrico integrato.

In cosa consiste l’appello: ciascuno che sia a conoscenza dell’esistenza di un pozzo, di una vena d’acqua nel proprio terreno o in un terreno localizzato, è chiamato a darne comunicazione alla casella di posta elettronica progetto.pozzi@amam.it dedicata al progetto, indicando: LUOGO in cui è situato (ivi comprese le caratteristiche: es. campagna, montagna, terreno impervio, etc.); TIPOLOGIA di vena acquifera; TITOLARITA’ ovvero, se sia o meno PROPRIETARIO o con altro titolo di disponibilità; un RECAPITO TELEFONICO per il contatto da parte di un tecnico di AMAM, ed ogni altra notizia utile a giudizio di chi segnala (eventuali analisi già condotte sulla potabilità, da quanto tempo esiste, la portata, piante e cartografie, etc.)

Per informazioni: Antonio Cardile tel. 348.3985314

Scadenza selezione 2 di giorno 30.01.2019

A causa dell’abbondante flusso di domande pervenute via pec, nonostante i continui interventi di gestione dello spazio disponibile, in questa ultima fase di consegna si potrebbero verificare dei disservizi.

Per tale motivo si comunica che saranno comunque accetta tutte le domande, eventualmente respinte, purchè siano state inviate entro i termini di scadenza della selezione in oggetto (ore 12:00 di giorno 30.01.2019)