POSSIBILI DISSERVIZI AGLI SPORTELLI AMAM

Nel periodo dal 18 al 31 ottobre, alle postazioni aperte al pubblico nella sede di Viale Giostra, si potranno registrare disservizi dovuti alla migrazione al nuovo sistema telematico

I servizi all’utenza, fruibili in atto attraverso gli Sportelli polifunzionali della sede di V.Le Giostra – Ritiro, da giorno 18/10/2019 a giorno 31/10/2019 potrebbero subire dei ritardi non potranno essere emesse nuove fatture, ad eventuale conguaglio per le ‘autoletture‘ fornite personalmente dagli utenti.

In generale, il nuovo sistema di fatturazione prevederà una periodicità di emissione standard, secondo le linee guida di ARERA, Autorità Regolazione Energia Reti Ambienti, oltre ai seguenti servizi:

·         Modalità di pagamento on-line;

·         Addebito diretto su conto corrente;

·         Servizi di AutoLettura tramite APP smartphone;

·         Servizi avanzati WEB per la gestione del proprio contratto;

·         Nuove modalità di fatturazione; nuovo modello di fattura; nuova periodicità di emissione fattura;

·         Nuova interfaccia WEB sito istituzionale;

·         Adeguamento linee guida ARERA per volture e nuovi contratti;

·         Nuove procedure e tempistiche per la costituzione in mora e la sospensione/limitazione della fornitura per gli utenti finali;

·         Nuovo regolamento Servizio Idrico Integrato;

·         Nuova Carta Servizi;

·         Nuovi Orari sportello;

·         Istituzione Numero verde Pronto Intervento;

·         Istituzione Numero verde Informazioni Commerciali;

“I nuovi servizi verranno presentati in un’apposita conferenza stampa che verrà indetta nei prossimi giorni” – afferma il Presidente di AMAM, Salvo PUCCIO, rivolgendosi agli abitanti della città di Messina, ribadendo che – “ancora una volta i nostri utenti comprenderanno e apprezzeranno gli sforzi che l’Azienda compie per rendere sempre più efficiente il servizio idrico integrato. Per questo, li ringraziamo anticipatamente per la pazienza che in questo breve periodo ci porteranno”.

MESSA IN SICUREZZA DELLA CONDOTTA A FORZA D’AGRO’, RISPETTATO IL CRONOPROGRAMMA

Dalle ore 5 del mattino, i tecnici stanno eseguendo tutte le operazioni previste: dallo svuotamento della condotta, al taglio della vecchia adduttrice, alla preparazione dei pezzi speciali e delle sezioni di nuovi tubi, pronti per la saldatura che impegnerà l’intero pomeriggio sino a sera

“Tutto procede secondo il cronoprogramma – annuncia il presidente di AMAM, Salvo PUCCIO– e anche il meteo ci sta consentendo di operare senza particolari problemi sul versante di Forza d’Agrò ormai in sicurezza”.

La task force tecnica è sui luoghi dall’alba di oggi per eseguire il preciso programma delle operazioni.

Intorno alle ore 5 del mattino, lo stop al pompaggio dell’acqua di Fiumefreddo e dunque svuotamento dell’adduttrice principale oggetto del delicato intervento di sostituzione e ripristino della sua funzionalità. Nella mattinata poi, i tecnici di AMAM hanno dato vita a tutte le azioni previste: dai lavori di taglio delle tubazioni, alla preparazione dei pezzi speciali e dunque al cosiddetto ‘accoppiamento’ delle sezioni di nuova condotta su cui, a partire dalle prossime ore, si opererà la saldatura, che impegnerà sino a sera tutte le maestranze in loco sotto la guida della direzione tecnica per il progetto di intervento straordinario.

Reso ormai ‘sicuro’ il versante ‘a rischio’, di Fondaco Parrino a Forza D’Agrò, il collegamento sul nuovo tracciato dell’intera tubazione adduttrice dell’acquedotto di Fiumefreddo dovrebbe concludersi in tarda serata. Ad esso seguirà la riattivazione del pompaggio da Torre Rossa per la prova di afflusso nella condotta ripristinata e dunque, si tornerà ad alimentare i serbatoi cittadini pronti a servire la città di Messina. 

Domani, dunque, si inizierà a recuperare i livelli necessari per garantire, a partire da giovedì 26 settembre, la distribuzione idrica in rete nelle consuete programmazioni.

SI AVVIERA’ MARTEDI’ 24 SETTEMBRE A FORZA D’AGRO’ LO SWICHT TRA LA VECCHIA E LA NUOVA CONDOTTA. POSSIBILI RIDUZIONI NEI TEMPI DI EROGAZIONE IDRICA SINO A GIOVEDI’ 26

AMAM sta ponendo in campo le azioni per minimizzare i disagi dovuti alla necessaria interruzione del flusso d’acqua che consentirà l’intervento
Puccio: “E’ importante essere riusciti a completare i lavori prima dell’autunno e del rischio incombente del maltempo con possibili nuovi danni”

Sono in dirittura d’arrivo i lavori per la messa in sicurezza del versante ‘a rischio’, nella zona di Fondaco Parrino a Forza D’Agrò

Nella giornata di martedì 24 settembre prossimo si eseguirà la parte più delicata che prevede il collegamento della tubazione adduttrice dell’acquedotto di Fiumefreddo sul nuovo tracciato. 


I lavori, considerato che dovrà eseguirsi il “taglio” della condotta vecchia e “l’innesto” di quella nuova per circa 200 metri, richiederanno obbligatoriamente il fermo dell’attività di pompaggio e l’immissione in flusso per circa 24 ore e per questo comporteranno un minore apporto di acqua in città, dall’adduttrice principale e dunque possibili riduzioni nei tempi e negli orari di distribuzione in tutte le zone servite. 


AMAM sta mettendo in campo tutte le risorse possibili per minimizzare i disagi, predisponendo un programma straordinario di gestione ottimale degli apporti idrici in rete e degli interventi da operare, già dalla mattina di lunedì sino a tutta la giornata di mercoledì, che prevede anche il ricorso a fonti di approvvigionamento esterne.


Sul fronte operativo, si cercherà di ottimizzare le fasi di lavoro in modo da ridurre il fermo dell’acquedotto ai tempi minimi necessari per lo svolgimento delle operazioni di taglio e saldatura delle grosse condotte che avverrà a partire dalle ore 5 del prossimo martedì 24 settembre. Per questo, la riduzione dell’erogazione idrica in città è prevista dal pomeriggio dello stesso martedì, sino al recupero dei livelli dei serbatoi che si prevede per il successivo giovedì 26.


“E’ un momento importante e delicato – afferma il Presidente Salvo PUCCIO– ed è importante essere riusciti a completare i lavori prima dell’autunno, con il rischio incombente del maltempo legato alla stagione che è alle porte e dunque dei possibili nuovi danni che, agendo in modo tempestivo, stiamo prevenendo”

SAN JACHIDDU E TREMONTI. DISSERVIZI IDRICI DOVUTI AL MALFUNZIONAMENTO DELL’IMPIANTISTICA CONDOMINIALE E ALLA POSA DELLA FIBRA OTTICA

Le problematiche sono state individuate con l’ausilio dei tecnici AMAM e sono in corso di soluzione

Sì sono conclusi stamattina i sopralluoghi nonchè i primi interventi tecnici per dare soluzione ai problemi di approvvigionamento idrico che hanno attanagliato i tre condomìni della Via San Jachiddu e Tremonti.

E’ stato possibile accertare che i disservizi non erano addebitabili ad AMAM, ma a questioni tecniche private degli stessi condomini, nonchè ai recenti lavori per la posa della fibra ottica.

I residenti hanno preso atto degli interventi effettuati, e di quelli in programma per i prossimi giorni, che porteranno al complessivo ritorno alla normalità.

Si coglie l’occasione per comunicare alla cittadinanza che AMAM è sempre disponibile a verificare, insieme agli amministratori di condominio, responsabili di attività commerciali e privati cittadini, le cause di disservizi idrici, che a volte risultano essere individuabili nell’impiantistica privata in luogo di quella pubblica prevenendo criticità che portano ad allarmismi ingiustificati.

ULTIMATO IL QUARTO STEP DI RIPARAZIONI PROGRAMMATE ALLA CONDOTTA DI FIUMEFREDDO – Da questa sera l’acqua è tornata a scorrere in rete regolarmente per consentire il rientro alla normalità a partire da domani


Sì sono conclusi, nel pomeriggio di oggi mercoledì 21 agosto, i complessi interventi programmati per la riparazionedella condotta adduttrice di Fiumefreddo, che hanno impegnato i tecnici per due giorni, comportando la sospensione dell’afflusso idrico dalla centrale di Torrerossa verso la rete idrica cittadina ieri e oggi e, dunque, il razionamento degli approvvigionamenti idrici presenti nei serbatoi cittadini.

Da questa sera, invece, l’acqua è tornata a scorrere senza problemi nella rete idrica e da domani 22 agosto si avvierà il programma di rientro alla normale erogazione, per zone e fasce orarie consuete.

“Ci dispiace per i disagi patiti dai cittadini, specialmente in questo periodo feriale e dal cliima torrido  –  afferma il presidente di AMAM,  Salvo PUCCIO – purtroppo però, alcuni interventi necessari, programmati d’estate, come quelli operati in questi due giorni, consentiranno ai cittadini messinesi e alle popolazioni che vivono nei tratti di condotta ammalorate su cui si interviene, di poter vivere serenamente e in sicurezza anche il prossimo autunno e l’inverno imminente. Grazie a tutti per la comprensione”

RIPARAZIONI PROGRAMMATE ALLA CONDOTTA DI FIUMEFREDDO. PROSEGUONO ANCHE OGGI I LAVORI DEL QUARTO STEP

A causa della complessità delle lavorazioni da effettuare, continueranno anche oggi, mercoledì 21 agosto, gli interventi programmati per la riparazione della condotta adduttrice di Fiumefreddo che hanno già richiesto la sospensione dell’afflusso idrico dalla centrale di Torrerossa verso la rete idrica cittadina per la giornata di ieri. Ciò consentirà ai tecnici di completare in sicurezza tutte le riparazioni nell’arco della giornata.

In termini di gestione del servizio, quindi, il mancato afflusso di acqua verso i serbatoi cittadini comporterà anche nella giornata di oggi 21 agosto, una riduzione nei tempi di erogazione idrica per singole zone della città, per consentire di tesaurizzare le provviste d’acqua presenti nei serbatoi, mantenendo gli idonei livelli di approvvigionamento, al fine di evitare la sospensione della distribuzione, soprattutto nelle zone ‘alte’ della città e della riviera nord.

Con ulteriore comunicato sarà rappresentata la conclusione dei lavori ed il ripristino dell’erogazione idrica.

DOMANI 20 AGOSTO, EROGAZIONE IDRICA RIDOTTA, PER CONSENTIRE IL QUARTO STEP DELLE RIPARAZIONI PROGRAMMATE ALLA CONDOTTA DI FIUMEFREDDO – I tecnici lavoreranno su un punto dell’adduttrice e il flusso di acqua verso la città resterà sospeso dalle ore 12:00 per tutta la giornata di martedi

Saranno effettuati domani, martedi 20 agosto, gli interventi programmati per la riparazione della condotta adduttrice di Fiumefreddo che richiederanno la sospensione dell’afflusso idrico dalla centrale di Torrerossa verso la rete idrica cittadina. Ciò consentirà ai tecnici di lavorare in sicurezza, e di completare tutte le riparazioni nell’arco della giornata di domani.

In termini di gestione del servizio, tuttavia, il mancato afflusso di acqua verso i serbatoi cittadini comporterà nelle giornate di domani 20 agosto, una riduzione nei tempi di erogazione idrica per singole zone della città, per consentire di tesaurizzare le provviste d’acqua presenti nei serbatoi, mantenendo gli idonei livelli di approvvigionamento, al fine di evitare la sospensione della distribuzione, soprattutto nelle zone ‘alte’ della città e della riviera nord.

Da mercoledi 21, invece, secondo programma, si tornerà alla consueta erogazione in tutta la città.

Ci scusiamo per i disagi temporanei -che alcuni cittadini avvertiranno, tuttavia siamo certi che gli stessi cittadini comprendano che tali lavorazioni sono programmate proprio al fine di prevenire disagi ben più gravi.  A questo sono finalizzati gli sforzi di AMAM nel bonificare le reti ammalorate e nel migliorare il servizio a beneficio di tutti.

E’ POTABILE L’ACQUA A BRIGA SUPERIORE. LO ATTESTANO LE ANALISI SUI CAMPIONI PRELEVATI DALLA RETE IDRICA DEL VILLAGGIO COLLINARE A SUD DELLA CITTA’


Sono conformi alla norma i valori delle campionature di acqua che, nei giorni scorsi, da protocollo, i tecnici di AMAM hanno prelevato, ad intervalli di tempo stabiliti, dalla rete idrica di Briga Superiore, per monitorare le anomalie riscontrate.

Cessa dunque l’allerta di AMAM alla popolazione, cui aveva sconsigliato prudenzialmente l’utilizzo idropotabilie dell’acqua distribuita in rete nel villaggio, assicurando al contempo il presidio di un’autobotte per quanti avessero necessità di approviggionarsi.

Nell’informare dunque sull’esito delle analisi sull’acqua distribuita, l’AMAM si rivolge agli abitanti di Briga Superiore: “Grazie a tutti per la collaborazione e la comprensione dimostrata – afferma il Presidente Salvo PUCCIO – in attesa dei responsi delle analisi e dei controlli tecnici che abbiamo condotto, a beneficio della salute pubblica”

LETTURISTI ATA, IL PRESIDENTE PUCCIO PRECISA IN MERITO AL DINIEGO DELLA PROPOSTA DI PROROGA

“LA SCELTA UNILATERALE DELLA COOPERATIVA DI NON PROSEGUIRE IL SERVIZIO NON PUO’ ESSERE IN ALCUN MODO ADDEBITATA AD AMAM”

In merito a quanto riportato dal quotidiano Gazzetta del Sud, nell’edizione del 01 agosto 2019, nell’articolo dal titolo “LETTURISTI DELL’AMAM, FUMATA NERISSIMA, NON CI SARA’ LA PROROGA”, il presidente di AMAM SpA, Salvo PUCCIO chiarisce i termini della questione già discussa con i vertici della Cooperativa ATA, cui l’Azienda che gestisce il servizio idrico integrato ha affidato, con procedura di appalto, i servizi di lettura e sostituzione dei contatori, per le utenze cittadine.


“La vicenda del rinnovo dell’appalto esterno scaduto alla ditta ATA, da cui dipendono i letturisti – chiarisce il presidente di AMAM, Salvo PUCCIO – è stata oggetto di una formale corrispondenza tra la nostra Azienda e la ditta appaltatrice che, alla proposta di un prosieguo del rapporto contrattuale ha prima opposto un diniego per poi manifestare un’apertura. Alla richiesta formale di proseguire non è giunta però la concordata accettazione di una proroga che, si conferma, può arrivare sino ad un anno”.


“La scelta della ditta ATA – precisa il vertice di AMAM– è dunque unilaterale e non legata a fattori tecnici, alla consistenza o tipologia dell’attività oggetto di proroga, alla capacità di gestire all’interno l’attività richiesta ed attualmente esternalizzata, con personale numericamente stimato o già presente. Certamente – ribadisce PUCCIO – la situazione ci impone la ricerca di soluzioni alternative, attualmente al vaglio, che consentano: da un lato, di non generare un disservizio, per il venir meno del’attività di lettura dei dispositivi di consumo, dall’altro, di concerto con i sindacati, la salvaguardia dei posti di lavoro dei dipendenti delle aziende appaltatrici, che lo hanno sempre svolto per AMAM, con puntualità”.


“Proprio su questo aspetto – puntualizza il presidente di AMAM – pongo l’accento e rammento come a questo management le questioni occupazionali siano care e di come lo abbia dimostrato, dando vita a procedure selettive a salvaguardia di categorie di lavoratori in possesso dei requisiti di legge: dai dipendenti ‘ex CEA’, alle assunzioni attraverso il Centro per l’Impiego, ai nuovi bandi di concorso in itinere, sino alla soluzione contrattuale conclusa con successo a tutela dei lavoratori ‘ex Agrinova’”.

SPARTA’, SERBATOIO IN AVARIA. DOMANI GIOVEDI’ 01 AGOSTO, EROGAZIONE SOSPESA SINO AL POMERIGGIO PER CONSENTIRE LA RIPARAZIONE DELL’IMPIANTO

A causa di lavori urgenti per il ripristino della funzionalità tecnica del serbatoio di Spartà, l’erogazione idrica nel villaggio marinaro a nord della città, domani 1 agosto 2019 sarà sospesa al mattino

Completata la riparazione dell’impianto di sollevamento, i tecnici contano di riattivare la distribuzione idrica in rete nel pomeriggio.

Ogni aggiornamento, come sempre, sarà comunicato tempestivamente