Le tariffe

tariffe_idricheLe tariffe dell’Azienda Meridionale Acque Messina sono articolate nelle seguenti voci:
– quota fissa indipendente dai consumi di acqua potabile;
– tariffa variabile proporzionale al consumo di acqua potabile misurata e suddivisa in fasce di prezzo crescenti, in adeguamento alle normative, allo scopo di controllare il consumo e disincentivare gli sprechi;
– tariffa per il servizio fognario;
– tariffa per la depurazione delle acque reflue.

Queste ultime due tariffe sono proporzionate in base al consumo di acqua potabile.

La tariffa del servizio di acquedotto è differenziata a seconda del tipo di uso (es. domestico, commerciale, industriale, costruzione).

ARERA ha istituito le seguenti compenti tariffarie da applicare agli utenti del servizio idrico: UI1 (componente tariffaria istituita dall’Autorità con Deliberazione n. 6/2013 a sostegno delle agevolazioni tariffarie a favore delle popolazioni dell’Emilia Romagna colpite dagli eventi sismici verificatisi a partire dal 20 maggio 2012); UI2 (componente tariffaria istituita dall’Autorità con Delibera 918/2017 destinata alla promozione della qualità tecnica); UI3 (componente tariffaria istituita dall’Autorità con Delibera 918/2017 destinata all’erogazione del bonus sociale idrico); UI4 (componente tariffaria istituita dall’Autorità con Delibera 580/2019 destinata all’alimentazione ed alla copertura dei costi di gestione del Fondo di garanzia delle opere idriche di cui all’art. 58 della legge 221/2015). Nella tariffa applicate ai consumi le suddette componenti saranno applicate nella misura seguente:
UI1, applicata ai volumi fatturati (acquedotto, fognatura, depurazione).
Con deliberazione n°6/2013/R/COM, l’ARERA ha determinato la componente UI1. dal 01.01.2013, in 0,05 centesimi di euro metro/cubo;
Con deliberazione n°529/2013/R/COM, l’ARERA ha determinato la componente UI1, dal 01.01.2014, in 0,4 centesimi di euro metro/cubo;
UI2, applicata ai volumi fatturati (acquedotto, fognatura, depurazione).
Già istituita dall’art. 33 comma 1 dell’Allegato A della delibera 664/2015/R/IDR e valorizzata con deliberazione n°918/2017/R/IDR, che ha determinato la componente UI2 in 0,9 centesimi di euro metro/cubo a partire dal 1 gennaio 2018;
UI3, applicata ai volumi fatturati (acquedotto).
Già istituita con deliberazione 897/2017/R/IDR e valorizzata con deliberazione n°918/2017/R/IDR, che ha determinato la componente UI3 in 0,5 centesimi di euro metro/cubo a partire dal 1 gennaio 2018.
UI4, applicata ai volumi fatturati (acquedotto, fognatura, depurazione).
A decorrere dal 01/01/2020, ai sensi della Deliberazione ARERA n. 580 del 27/12/2019, agli utenti dei servizi di acquedotto, fognatura e depurazione verrà addebitata la componente perequativa UI4 – nella misura di 0,004 €/mc – destinata all’alimentazione ed alla copertura dei costi di gestione del Fondo di garanzia delle opere idriche di cui all’art. 58 della legge 221/2015