RIPRISTINATA LA CONDOTTA DI MONTESANTO. DA DOMANI LA DISTRIBUZIONE TORNERA’ REGOLARE. Questa notte i tecnici hanno completato la riparazione provvisoria in attesa di un intervento radicale sulla tubazione

17.04.2018  –  E’ stata riparata questa notte, dopo un complesso intervento da parte dei tecnici di AMAM, la perdita realizzatasi nella grossa tubazione da 600 mm di diametro, annessa al serbatoio Montesanto, nella zona di Camaro S.Paolo.

Da questa mattina, così, i villaggi collinari e la riviera nord, rimasti ieri privi di erogazione in rete dalle ore 11 del mattino sino a tarda notte, tornano via via ad essere approvvigionati per fasce ‘provvisorie’, in funzione della diversa dislocazione dei serbatoi cittadini che servono le singole zone, in linea generale, dalle ore 11 alle 14 e nei villaggi di Torre Faro e Ganzirri dalle ore 13 alle 16.

Le zone interessate dall’interruzione idrica erano state, in particolare: Camaro Mito, Camaro S. Luigi, via Polveriera, Tremonti, viale Boccetta, Contrada Scoppo, viale Giostra, Annunziata bassa, Annunziata Alta, S. Licandro, Panoramica, Ganzirri, Ospedale Papardo, Ospedale Ortopedico, Reginelle, Curcuraci, Torre Faro, Castanea, Masse.

Di esse, soltanto le ‘Annunziate’ (alta e bassa) dovranno attendere più a lungo il ripristino dell’erogazione attraverso la rete: si attenderà la tarda serata di oggi o la nottata, in funzione dei tempi di riempimento dei relativi serbatoi di servizio da cui attinge la distribuzione.

Da domani, si conta di tornare alla normale funzionalità.

Ogni ulteriore aggiornamento sarà comunicato tempestivamente. 

TECNICI AMAM AL LAVORO PER RIPARARE LA CONDOTTA PRINCIPALE DI MONTESANTO. Distribuzione idrica interrotta, da questa mattina sino a ultimazione dei lavori, nei villaggi e nella riviera nord

16.04.18   –   Tecnici al lavoro per riparare un guasto alla condotta del diametro di 600 millimetri che consente al serbatoio di Montesanto di servire la rete di distribuzione idrica verso i villaggi collinari e la riviera nord.

Per questo, si è reso necessario interrompere l’erogazione dell’acqua attraverso la rete idrica cittadina, sino a completamento delle operazioni che si protrarranno per tutta la giornata di oggi e, da mercoledì 18 aprile, si conta di tornare alla normale funzionalità.

Le zone interessate dall’interruzione idrica sono, in particolare: Camaro Mito, Camaro S. Luigi, via Polveriera, Tremonti, viale Boccetta, Contrada Scoppo, viale Giostra, Annunziata bassa, Annunziata Alta, S. Licandro, Panoramica, Ganzirri, Ospedale Papardo, Ospedale Ortopedico, Reginelle, Curcuraci, Torre Faro, Castanea, Masse.

 

Ogni ulteriore aggiornamento sarà comunicato tempestivamente. 

INTERVENTO URGENTE SULLA CONDOTTA CHE SERVE IL VILLAGGIO DI GESSO. INDIVIDUATA E RIPARATA UNA PERDITA. Sospesa temporaneamente l’erogazione per consentire prima le difficili operazioni di ripristino e adesso il riempimento del serbatoio

Un guasto alla condotta che collega le sorgive di Gesso al serbatoio e che consente l’approvviggionamento dell’omonimo villaggio collinare, a nord della città, ha impegnato da ieri i tecnici di AMAM, per individuare il problema, effettuare la riparazione e ripristinare la piena efficienza della locale rete idrica.

Individuato il punto della perdita, su un versante fortemente scosceso delle alture su cui sorge l’abitato di Gesso, nonostante le avverse condizioni meteorologiche, oggi sono stati effettuati gli interventi risolutivi per il ripristino della funzionalità della tubazione.

L’erogazione idrica resta ancora sospesa, per consentire il riempimento del serbatoio e, da domani, il ritorno alla regolare distribuzione.

Ogni ulteriore aggiornamento sarà comunicato tempestivamente.

NOMINATO DALL’ASSEMBLEA DEI SOCI DI AMAM IL NUOVO AMMINISTRATORE UNICO: L’AVVOCATO FRANCESCO BONANNO

L’Assemblea ordinaria di Amam SPA, ha deliberato nel pomeriggio di sabato 24 marzo, la nomina del nuovo Amministratore unico designato dal socio unico Comune di Messina, avv. Francesco Bonanno che si insedierà, secondo i termini di legge entro il mese di aprile, dopo l’approvazione del bilancio 2017, ormai in avanzata fase di redazione.

In occasione dell’Assemblea, a cui non ha partecipato la dott.ssa Grazia De Tuzza che aveva rassegnato le proprie dimissione alcuni giorni fa, si è fatto il punto sulle attività poste in essere dall’Azienda nell’ultimo periodo e che vedono ormai prossima la definizione della transazione con Enel che porterà una sopravvenienza positiva per circa 6 mln di €, la chiusura del piano triennale 2018/19/20 e anche del Piano annuale 2018.

TECNICI AMAM AL LAVORO PER RIPRISTINARE LA CONDOTTA E GARANTIRE L’EROGAZIONE NEL VILLAGGIO DI BRIGA. Da domani, un’autobotte di AMAM garantirà l’approvigionamento per gli abitanti delle zone disagiate

Tecnici al lavoro, da ieri pomeriggio, nella zona sud della città, per individuare il guasto che ha causato l’interruzione nella regolare funzionalità della rete idrica che serve il villaggio di Briga e, in particolare, gli abitati della parte superiore e di San Paolo, dove l’erogazione idrica è sospesa.

Nella giornata di domani si conta di intervenire in modo risolutivo ma, altresì, di attivare il presidio costante di un’autobotte, nella zona più accessibile del villaggio, al fine di alleviare i disagi alla popolazione locale, sino a pieno ripristino della funzionalità della rete e dell’approvvigionamento attraverso regolare distribuzione.

Ogni ulteriore aggiornamento sarà comunicato tempestivamente.

INTERVENTO URGENTE DEI TECNICI AMAM SU UNA CONDOTTA DEL SERBATOIO “GONZAGA”. Interrotta temporaneamente l’erogazione idrica nella zona della Circonvallazione che va da Montepiselli al Viale Annunziata

Un guasto a una tubazione che parte dal serbatoio “Gonzaga” sta impegnando i tecnici di AMAM per effettuare la riparazione e consentire, al più presto, il ripristino della piena efficienza dell’importante struttura al servizio dell’acquedotto cittadino.

Per questo, nelle zone a monte della Circonvallazione, comprese tra Montepiselli e il Viale Annunziata, l’erogazione idrica è attualmente sospesa e si conta di ripristinarla già dalla mattinata di domani.

L’intervento risolutivo richiederà alcuni giorni di lavoro ma, questa notte, sarà realizzato un by pass provvisorio che consentirà di assicurare, appunto in corso d’opera, la distribuzione nelle zone servite dalla condotta da riparare.

Ogni ulteriore aggiornamento sarà comunicato tempestivamente.

DEPURATORE DI S. SABA, RIPARATO IMMEDIATAMENTE IL GUASTO. Questa mattina i tecnici di AMAM hanno ripristinato la piena funzionalità dell’impianto

Su segnalazione dei consiglieri della VI Circoscrizione, i tecnici di AMAM sono intervenuti per ripristinare immediatamente la piena funzionalità del Depuratore di S. Saba, nella zona tirrenica, a nord della città.
Dopo un paio d’ore di lavoro sull’impianto n°11, da metà mattinata di oggi, l’attività del Depuratore è dunque tornata regolare.

AMAM, SIGLATO A ROMA L’ ACCORDO PER “RETE SUD”. Sottoscritto dai vertici Termini e Cipollini, il Protocollo promosso da Utilitalia per favorire lo scambio di buone prassi tra imprese del Mezzogiorno che operano nei servizi pubblici locali

Siglato a Roma dai vertici di AMAM, il Presidente Leonardo Termini e il Direttore Generale Claudio Cipollini, il Protocollo che istituisce “Rete Sud”, sodalizio di imprese del Mezzogiorno d’Italia, creato per dare slancio all’offerta di servizi integrati e supporto alle aziende che erogano servizi pubblici locali nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

L’Accordo, promosso da UTILITALIA – la Federazione nazionale che riunisce le Aziende operanti nei servizi pubblici dell’Acqua, dell’Ambiente, dell’Energia Elettrica e del Gas – nasce dalla necessità di valorizzare e consolidare Il ruolo che il sistema economico del Sud riveste nell’economia nazionale e la presenza all’interno di questo sistema di evidenti differenze tra le realtà aziendali.

I meccanismi positivi che derivano dalla crescente interconnessione tra le economie e i territori del Sud, nonché i benefici di una crescente interlocuzione e di numerose occasioni di collaborazione tra le imprese su specifiche iniziative di interesse comune, hanno spinto le imprese aderenti a voler avere un ruolo attivo, e a volte proattivo, nei cambiamenti in atto, favorendo la costituzione di una ‘rete’ per fornire alle imprese servizi, supporto e capacità di confronto con i diversi livelli di governo, facilitate in questo da Utilitalia.

La “Rete Sud” si configura dunque come spazio di confronto e programmazione tra le imprese stesse, con lo scopo di trasferire le esperienze migliori, le best practice, affrontando le problematiche emergenti attraverso lo scambio delle migliori esperienze, per incrementare l’efficienza e la capacità gestionale.

Lavorare in rete e collaborare con altre aziende che hanno la stesse problematiche e obiettivi di AMAM – hanno affermato Termini e Cipollini, a valle della firma – porterà un significativo vantaggio e produrrà anche risparmi di costi nella gestione aziendale, oltre a migliorare la qualità degli interventi sulle infrastrutture che garantiscono l’efficienza del nostro servizio idrico integrato”.

Principali finalità della Rete appena costituita sono: il potenziamento dell’interlocuzione con gli enti locali per problematiche comuni nell’area del SUD dell’Italia; l’innalzamento nel livello qualitativo del dibattito all’interno delle imprese, attraverso momenti di confronto con il sistema delle istituzioni e il mondo imprenditoriale locale e nazionale; la promozione di iniziative e servizi comuni per l’assistenza sulle normative regionali di settore e raccordo con il quadro legislativo e regolatorio nazionale, anche attraverso la reciproca assistenza per gare, appalti e concorsi; l’interscambio nelle attività legali, economico-finanziarie e fiscali; la valutazione comune dei progetti formativi finanziati dai fondi interprofessionali (Fonservizi, Fondirigenti); il reciproco scambio di informazioni sulle opportunità di finanziamento offerte
dai fondi UE; il supporto reciproco nella ricerca di partner per la partecipazione ai bandi, in collaborazione con le rispettive Camere di Commercio e l’ideazione comune di iniziative e progetti per la presentazione in risposta ad avvisi nazionali e comunitari; la
valutazione comune sulle possibilità di accesso da parte delle Aziende pubbliche a
strumenti finanziari del territorio e ad  approvvigionamenti congiunti.

 “Il confronto con le realtà aziendali del Mezzogiorno e nazionali nonché la messa a fattor comune di strategie e energie – hanno concluso il Presidente e il Direttore Generale di AMAM –  consentirà tra l’altro una ben maggiore sensibilizzazione  e consapevolezza dei cittadini e delle istituzioni sulle tematiche e le criticità che, specie e in Sicilia e nel Sud, sono palesi e annose quali, ad esempio, la necessità di reperire finanziamenti e operare investimenti per le infrastrutture